dauhaus
Posted on Aprile 16, 2015 by dauhaus on Uncategorized

Sabato 18 Aprile – “IL LAGO CHE VOGLIAMO” – Seconda puntata

Sabato 18 marzo si svolgerà la seconda delle tre giornate atte a definire le linee guida per il parco del LagoexSNIA (qui il lancio della prima).
A seguire, il programma sintetico della giornata.
Qui il programma, corredato da immagini significative come la proposta di Piano d’Assetto elaborata ad oggi dal Forum Territoriale Permanente: http://lagoexsnia.wordpress.com/2015/04/13/seconda-giornata-di-progettazione-sabato-18-aprile/

* * *

“IL LAGO CHE VOGLIAMO”

Tre giornate per progettare un lago per tutt* all’interno del Parco delle Energie, per tutelare e valorizzare il suo ecosistema e la memoria della fabbrica, per restituire alla città un bene collettivo che la lotta dal basso ha difeso dal cemento di Mafia Capitale.

SABATO 18 APRILE

Casa del Parco delle Energie
Via Prenestina 175

PRIMA PARTE – dalle ore 10:30
“IL PIANO DI ASSETTO DEL PARCO”

TAVOLA ROTONDA INTERATTIVA

Intorno ad una grande mappa avremo l’opportunità di elaborare un “Piano di assetto” cioè un sistema coerente di organizzazione dell’area con zone a diversa tutela e fruibilità, sentieri, arredi…ma anche di “linee guida” da seguire per una progettazione ed un uso corretto, tutelativo e allo stesso tempo inclusivo, di questo bene collettivo unico nel suo genere.

A partire da tutti quegli elementi individuati nella prima giornata di progettazione come “identitari del paesaggio“, da lavoro fatto nelle scuole e nel quartiere sin dai primi anni ’90 ed insieme alle nuove idee che emergeranno nella giornata, svilupperemo delle proposte concrete e delle linee guida condivise.

Un altro strumento proposto nel corso della prima giornata che utilizzeremo per la progettazione del piano sarà “l’analisi delle minacce socio-ambientiali”: un metodo analitico che vede tecnici specialisti (biologi, botanici, ecc.) lavorare insieme a gruppi di cittadini e cittadine “esperti”, che conoscono il territorio. Dopo la prima fase di identificazione dei “valori” avvenuta nella prima giornata, inizieremo ad individuare i “pericoli” di varia natura che corrono proprio quegli elementi identitari e nel terzo appuntamento organizzeremo e valuteremo queste minacce per elaborare un piano di assetto che dia delle risposte efficaci.
SECONDA PARTE dalle ore 16:00
“LE CITTÀ FALLITE – Appunti per l’autorganizzazione di un’altra città”
TAVOLA ROTONDA con Paolo Berdini ed i comitati delle aree verdi di Roma Est

Nella prima giornata abbiamo iniziato a tessere una rete, ecologica e sociale delle aree verdi con i tanti comitati intervenuti che hanno raccontato le difficoltà nel tutelare e nel tenere vivo un arcipelago di isole sempre più frammentate dal cemento, molte non accessibili, molte “tutelate” ma poi di fatto abbandonate dalle istituzioni a livello economico e gestionale, molte sotto un’incombente scure speculativa.

In questa seconda giornata vogliamo approfondire, insieme a Paolo Berdini, con l’occasione dell’uscita del suo nuovo libro “Le città fallite. I grandi comuni italiani e la crisi del welfare urbano” e ai comitati, i meccanismi politici ed economici che hanno portato ad una sistematica distruzione territoriale e ambientale delle nostra città e alla contestuale cancellazione progressiva delle regole dell’urbanistica. A partire da questa analisi e dalla consapevolezza che solo l’autorganizzazione dal basso e l’unione di chi lotta sul territorio contro la devastazione può creare un nuovo immaginario e cambiare la rotta, inizieremo a ragionare su una strada alternativa che parta dai principi costituzionali di “partecipazione popolare e di sussidiarietà” e dal “diritto di resistenza“ e arrivi a ridefinire le priorità di un’urbanistica sostenibile in cui le scelte e la gestione del territorio siano davvero collettive.

* * *

PRIMA GIORNATA DI PROGETTAZIONE SABATO 14 MARZO
“Elementi identitari da tutelare e rete ecologica”
TERZA GIORNATA DI PROGETTAZIONE SABATO 23 MAGGIO (data da confermare)
“Gestione e funzionamento del parco”

INIZIATIVA PROMOSSA DAL FORUM TERRITORIALE PERMANENTE PARCO DELLE ENERGIE IN COLLABORAZIONE CON IL DIPARTIMENTO ALLE PERIFERIE DEL COMUNE DI ROMA

Lascia un commento